S. Maria Navarrese

Santa Maria Navarrese tra storia e leggenda

Un distillato di colori di fronte all’Isolotto d’Ogliastra

Un’antica leggenda lega il nome di questa località ad una Principessa arrivata dalla lontana Navarra in Spagna… forse scacciata o fuggita dal padre Garcia IV, Re di Navarra, la giovane ed il suo seguito, intorno all’anno 1052 sfuggì ad una temibile tempesta e trovò scampo e riparo nella sicura baia protetta dai venti del nord. All’ombra di millenari Olivastri, come ringraziamento alla Madonna per lo scampato pericolo, fece costruire la bianca Chiesetta tuttora visitabile a poche centinaia di metri dalla spiaggia centrale del paese.

Oggi Santa Maria Navarrese è uno dei centri turistici della costa orientale più amato e frequentato dai vacanzieri, sorta di buen retiro per chi non è alla ricerca di mondanità e “vip watching”. Santa Maria Navarrese è un distillato di colori: il verde brillante dei millenari olivastri, dei bagolari e dei carrubi che decorano e impreziosiscono la centrale Piazza Principessa di Navarra; il bianco dell’antica Chiesetta che si taglia sull’azzurro intenso del mare del Golfo di Arbatax…

Santa Maria Navarrese è il luogo che fa per te…

- se ti piacciono le passeggiate e le escursioni a piedi nell’incredibile e selvaggio Supramonte di Baunei

- se cerchi una vacanza rilassante in una location unica e vuoi “respirare” l’atmosfera autentica di questi luoghi

- se non ti piacciono i villaggi turistici ma cerchi un piccolo hotel a conduzione familiare o un accogliente b&b

- se la sera ti piace passeggiare e ascoltare la musica dal vivo al tavolino di un bar in una delle tante terrazze sul mare